CTM Rixheim 2

Rixheim, Francia
Architettura, Italia, Site-specific, Francia
Foto © Federico Covre
Architettura, Italia, Site-specific, Francia
Foto © Federico Covre
Architettura, Italia, Site-specific, Francia
Foto © Federico Covre
Architettura, Italia, Site-specific, Francia
Foto © Federico Covre
Architettura, Italia, Site-specific, Francia
Foto © Federico Covre
Architettura, Italia, Site-specific, Francia
Foto © Federico Covre
Architettura, Italia, Site-specific, Francia
Foto © Federico Covre
Architetti
ARW Associates
Sede
Rixheim, Francia
Anno
2019
Costo
Non dichiarato
Piani
Non dichiarato
Team
Arch. Matteo Facchinelli (MFA Architects), Arch. Nicola Martinoli (ALN Atelien Architecture), Arch. Maurice Santandrea BLEU CUBE Architecture, : Arch. Lucia Fanetti, Arch. Andrea Plebani

L’architettura di nuova realizzazione ricerca una relazione espressiva con il volume del CTM esistente e con l’ambiente circostante, proponendo un principio di impianto che opera uno stretto legame con il contesto presente e futuro.
Tre intenzioni fondamentali caratterizzano l’edificio: la prima consiste nella ricerca di dialogo delle nuove funzioni con quelle dell’architettura esistente; la seconda nell’attrazione-relazione volumetrica ed espressiva dei due volumi e l’ultima nello sguardo rivolto all’ambiente vicino. Il nascente centro si confronta così con il suo contesto, il paesaggio da una parte e l’architettura dall’altra.
Il principio compositivo-organizzativo proposto rimane coerente con i punti di forza del concept iniziale, dimostrando però la volontà di andare oltre il semplice gesto formale. Si ricerca misura, tensione tra gli spazi di corte e paesaggio e equilibrio con le preesistenze.

Il centro tecnico, definito attraverso un tetto a “origami” poggiato direttamente al suolo è elemento leggero e riflettente il paesaggio. Il suo volume è scavato e modellato secondo un programma definito, ma soprattutto secondo il rapporto con il CTM posto di fronte, pur salvaguardando una logica di economia basata sulla prefabbricazione. Ne consegue un’immagine complessiva estremamente dinamica rispetto al suo ambiente.
Il ritmo definito dalla struttura scelta, dotata di una logica chiara, contribuisce a realizzare un progetto semplice nella costruzione e al contempo espressivo nella sua immagine, oltre che funzionale rispetto alle esigenze del committente. La sequenza strutturale è definita da campate variabili tra i 4,5, 5,5 e 6,5 metri, a seconda delle necessità del programma e delle attività ivi ospitate su entrambi i piani.

Progetti collegati

  • Dialogue Center “Przełomy”
    KWK Promes architect
  • Hotel in Czorsztyn
    KWK Promes architect
  • Farmhouse with Lap Pool
    GLUCK+
  • Bar House
    GLUCK+
  • Bronx Preparatory Charter School, Bronx
    GLUCK+

Rivista

Altri progetti di ARW Associates - Botticini + Facchinelli

Un’idea di città giardino contemporanea a Stezzano
Stezzano, Italia
Un chiostro urbano
Curno, Italia
Abitare nel quartiere EUR a Roma
Roma, Italia
Alps Villa
Brescia , Italia
Claw House
Cremignane, Brescia, Italia
Abitare a Brezzo di Bedero